I piaceri della ragione – la “Gazzetta di Parma” dei due Direttori - Comune di Sala Baganza

Eventi - Comune di Sala Baganza

I piaceri della ragione – la “Gazzetta di Parma” dei due Direttori

I piaceri della ragione – la “Gazzetta di Parma” dei due Direttori
I piaceri della ragione – la “Gazzetta di Parma” dei due Direttori

Il 1 luglio 1946 si chiude un periodo a dir poco straordinario, in cui alla guida della Gazzetta di Parma si trovano due direttori, il liberale Tito De Stefano e il socialista Ferdinando Bernini. Un periodo iniziato quando, il 27 aprile del 1945, la Gazzetta di Parma passa dal PNF al Comitato di Liberazione Nazionale.

Ne parlano, a 75 anni dal termine di questa esperienza unica nel giornalismo italiano e mondiale, Claudio Rinaldi, direttore della Gazzetta di Parma che ne ha redatto l’introduzione; Gino Reggiani, docente di storia e Francesca Niccolai, curatrice del libro assieme a Giuseppe Massari, scomparso lo scorso novembre, presentando “I piaceri della ragionela “Gazzetta di Parma” dei due Direttori. A introdurli Giovanni Ronchini, Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Sala Baganza.

Sarà possibile seguire il contributo video sulla pagina FB della Biblioteca Comunale di Sala Baganza giovedì 1° luglio alle 18 e sul canale You Tube del Comune di Sala Baganza.

Un’antologia nata dall’intuizione di Beppe Massari, che offre l’opportunità di rileggere gli articoli scritti dai due direttori della Gazzetta, nel periodo compreso tra il 27 aprile 1945 e il 1° luglio 1946 quando le pagine della Gazzetta diventarono il teatro ideale per il brillante e inteso confronto tra De Stefano e Bernini. Una dialettica che non risparmia affondi polemici e da cui nasce un’esemplare prova di giornalismo, segno diretto di quei ritrovati Piaceri della ragione, tanto libera ora nel pensiero e nella parola, quanto prima repressa dal regime.

Un libro speciale da cui emerge il sapore ed il profumo di quei giorni unici e indimenticabili a cui la Biblioteca Comunale di Sala Baganza ha voluto dedicare un appuntamento della rassegna “Libri in Rocca”, nell’ambito del progetto “Dire, fare... leggere e narrare”, realizzato con il contributo della Fondazione Cariparma.

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il