“A tu per Tu”: a Sala Baganza il classico incontra il jazz - Comune di Sala Baganza

Eventi - Comune di Sala Baganza

“A tu per Tu”: a Sala Baganza il classico incontra il jazz

“A tu per Tu”: a Sala Baganza il classico incontra il jazz
“A tu per Tu”: a Sala Baganza il classico incontra il jazz

La chitarra di Claudio Piastra e il Piano Jazz Trio formato da Simone Pagani (Pianoforte), Franco Catalini (Contrabbasso) e Massimo Melillo (Batteria), martedì 3 agosto alle 21 nell’incantevole cornice del Cortile della Rocca Sanvitale accompagneranno il pubblico in un entusiasmante viaggio musicale tra classico e jazz, eseguendo brani dell’indimenticato e indimenticabile Ennio Morricone, di Astor Piazzolla, Paul Desmond e Claude Bolling.

Una serata con musicisti di livello internazionale per un grande concerto ad ingresso gratuito, intitolato “Il Classico incontra il Jazz”, che rappresenta il terzo appuntamento della XVI edizione della rassegna salese “A Tu per Tu”, inserita nel prestigioso cartellone di Parma 2020+21, che quest’anno vuole rappresentare un’ulteriore tappa verso il ritorno alla normalità con spettacoli in presenza, naturalmente nel rigido rispetto dei protocolli di sicurezza.

Nato a Parma, Claudio Piastra ha tenuto più di mille concerti in festival e rassegne internazionali, sia come solista, sia collaborando con orchestre tra le quali:  Grande Orchestra di Stato di San Pietroburgo, Filarmonica di Bruch, Mettensis Simphony Orchestra, I Solisti  del Maggio  Musicale Fiorentino, Orchestra Sinfonica A. Toscanini e la National Academic Great Opera Theatre della Bielorussia. Piastra, che è anche il direttore artistico di “A Tu per Tu”, vanta inoltre importanti collaborazioni nella musica da camera e, fra gli altri, si è esibito con Gregor Horsh, St. Petersburg Quartet, Candida Thompson, Quartetto Viotti, Dima Ferschmann, David Watkins e Vladimir Mikulka.

Simone Pagani alterna l’attività concertistica a quella didattica. Quarto posto al Concorso Pianistico Internazionale di Capri, ha vinto il Concorso Nazionale di Genova e ha partecipato a importanti rassegne e festival in Italia, Argentina, Francia, Spagna, Austria e Belgio, in veste di Solista con l’Orchestra e in formazioni cameristiche dal Duo all’Ensemble di Fiati “Bearcream”, “Euterpe” e di Archi ”I Musici di Vivaldi”.

Dopo gli studi, Franco Catalini si è perfezionato all’Accademia Musicale di Wroclaw in Polonia, ottenendo il diploma di merito sotto la guida del Maestro A.Kresta ed eseguendo concerti da solista nei maggiori centri concertistici.

Successivamente ha seguito i corsi del Maestro Ludwig Streicher in Italia e all’Accademia musicale di Vienna. Negli anni 1984 e 1985 ha vinto sia il concorso per l’Orchestra Giovanile Europea, sia quello per l’Orchestra Giovanile Italiana.

Con l’Orchestra Europea è stato diretto nei più prestigiosi teatri del mondo da vari direttori di fama mondiale tra i quali: A. Dorati, L. Bernstein e C. Abbado, ottenendo da quest’ultimo una referenza di merito e il posto di primo contrabbasso nel corso della tournée finale.

Massimo Melillo, docente di Strumenti a Percussioni presso il liceo musicale “Cavour” di Torino, ha studiato al conservatorio di Torino sotto la guida del maestro Matteo Moretti, diplomandosi nel 2002 con il massimo dei voti.

È stato selezionato dall’Orchestra Europea del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto per il progetto “L’Arte della fuga” che è stato presentato a Spoleto e poi esportato in diverse città europee. Ha suonato e ha collaborato con diversi enti lirici e sinfonici (Orchestra G.Verdi di Milano, Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, Teatro Regio di Torino, Orchestra sinfonica Nazionale della Rai, Teatro La fenice di Venezia e Teatro la Comunale di Bologna) ed è stato diretto da Muti, Noseda, Conlon, Dutoit, Valcuha, Sado e Temirkanov.

Ancora una volta l’Amministrazione comunale salese, insieme a Parma OperArt e grazie al sostegno degli sponsor storici Azienda Agricola Palazzo e Crosspolimeri da sempre vicini a questa iniziativa culturale di altissimo livello, con “A Tu per Tu” offre una serie di eventi con artisti di fama internazionale,

Per assistere ai concerti, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, è necessaria la prenotazione telefonando allo IAT dell’Unione Pedemontana Parmense, 0521 331342/43, o inviando una email all’indirizzo iat@unionepedemontana.pr.it, indicando nome, cognome e un recapito telefonico.

 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il